img_3764

Ragù alla romagnola

Ragù alla romagnola

Il profumo del ragù alla romagnola che sobbolle piano piano risveglia quelle vecchie sensazioni legate al dolce tempo che fu. I nostri vecchi lo facevano usando tutte le regaglie del pollo.

Si prepara un soffritto con un filo di olio extravergine, una carota, un sedano, una cipolla e 100 gr di pancetta tagliata a dadini.

ragù alla romagnola ragù alla romagnola

Quando il soffritto comincerà a dorarsi si uniscono 300 gr. di polpa magra di manzo (macinata o tagliata a dadini) e 150 gr. di fegatini di pollo tritati grossolanamente. Dopo aver lasciato rosolare per qualche istante si aggiunge un bicchiere di vino rosso e si lascia evaporare.  Una volta evaporato il vino, si aggiungono 500 gr di pomodori freschi, precedentemente sbollentati e privati dei semi, sale e pepe. Lasciare cuocere a fiamma bassa per circa 40 minuti. Questo ragù è un condimento ideale per tagliatelle, cappelletti, garganelli, nastrini e tanta pasta all’uovo in generale

Ragù alla romagnola

CURIOSITA’: in molte famiglie di campagna il ragù veniva preparato in estate con tutte le regaglie del pollo opportunamente tagliuzzate. Si usavano fegatini, creste e bargigli, le budella venivano lavate accuratamente con acqua calda e sale e i piedini venivano abbrustoliti per raschiare via la pellicina gialla. Si faceva un soffritto con aglio, scalogno, cipolla e un po’ di lardo, si aggiungevano le regaglie tagliuzzate, si soffriggevano un poco e poi si aggiungevano pomodori freschi (in estate) o conserva di pomodoro (in inverno). Ricordo che il nonno amava rosicchiare la zampetta del pollo e da piccola anch’io lo devo avere fatto. Quest’ultima versione del ragù alla romagnola, senz’altro la più verace e sincera, si è andata perdendo nella mia famiglia perché, devo dire, morto il nonno, nessuno ha più cucinato zampette, creste e bargigli, tuttavia, la prima versione continua ad essere cucinata e vale la pena farlo, soprattutto per chi dispone di sani polli ruspanti…

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS